Abbiamo 146 visitatori e nessun utente online

per testimoniare il Calcio di belpasso e premiare 4 giovani calciatori del Club Calcio Belpasso.

BELPASSO “ Il calcio è espressione e figlia del territorio, il calcio veicola in tutto il mondo le città in cui si gioca, per me il Belpasso cui ho diretto tra gli anni 80-90 mi ha dato il senso dell’aggregazione , il calore umano e della semplicità, ricordo le nostre riunioni interminabili  anche  per strada, si decideva tutti insieme, quella è stata la base umana che mi ha portato dove sono oggi” .

A parlare Nino Pulvirenti, presidente del squadra del Catania, intervenuto al Circolo Operai di Mutuo Soccorso di Belpasso, tra cui è socio onorario, nell’ambito dei festeggiamenti del 150° anniversario della fondazione dal titolo” 150 anni di speranza e progetti, 150 di cambiamenti e solidarietà” che si svolgeranno in 4 giornate intense attività. Nel suo intervento la presidente, Graziella Manitta, ricorda ai presenti l’importanza per Belpasso la fondazione del Circolo Operai nel lontano 3 ottobre 1863, subito dopo l’unità d’Italia, che ha dato luogo alle più importanti Maestranze del paese, dove si progettava e si realizzava l’identità del buon cittadino, sottolineando però l’importanza di rivolgersi ai giovani per andare avanti, ed il Circolo stasera premierà 4 ragazzi del calcio Belpasso per incoraggiarli ad andare avanti”. Presenti nel salone alla prima giornata dei festeggiamenti tutti gli esponenti del passato calcio belpassese. Ha raccolto i passati ricordi Luciano Mirone, giornalista-pubblicista e scrittore, ricordando che la squadra del Belpasso è nata nel 1946, cui si è affiancata  negli anni 60° la squadra “ Belpassese” , artefice della sua storia è stato Pippo Motta per poi  riunirsi in un’unica squadra del “ Belpasso”negli anni 80  fino ai nostri giorni. Nel corso del dibattito dei ricordi sono affiorati vecchi dissapori tra i dirigenti delle due squadre del calcio,  del “ Belpasso” e della “ Belpassese”. In sala cerano alcuni allenatori e giocatori delle due squadre, tra cui Franco Nicolosi, Filippo Laudani, Mario Scandurra, Tomasello detto il tipografo, Vito sapienza, Saro Signorello, Saro Barbagallo, Pagliaro e tanti altri ; sono stati ricordati gli assenti, il più vecchio calciatore di Belpasso don Paolo Sambataro detto u scappari e Gaetano Campisi, Mario Morabito, Nuccio Marino  e Gaetano Sinitò , morti. Durante il dibattito è emerso l’importanza di educare i bambini alla cultura sportiva  del linguaggio e del comportamento, evidenziato da Orazio Prezzavento,ex portiere della “ Belpassese” oggi  direttore tecnico  del Centro Federale F.I.G.C. , Giovanni Arena grande educatore ed allenatore,  Pino Rigoli, allenatore di Prima categoria e Uefa Pro, anche lui allenatore del Belpasso Calcio, e dell’attuale  presidente del Club calcio Belpasso Corrado Minervini. Presenti A fine serata sono stati consegnati delle targhe ai giovani calciatori:  Piero Castronuovo, Giuseppe Trovato,Francesco Indelicato,Domenico Indelicato, tutti del Club Calcio Belpasso 1° squadra.


Il mercatino del carretto siciliano

ISCRIVITI E VENDI I TUOI PRODOTTI

SULLA PIATTAFORMA DI

www.mongibellostore.com

 ACQUISTA PRODOTTI TIPICI / ARTIGIANALI

   

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Vengono utilizzati cookie tecnici e di terze parti . E' possibile conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.