Abbiamo 97 visitatori e nessun utente online

Maria Rosa Vitaliti apre l'anno sociale all 'Archeoclub di Catania interpretando la storia della Regina Eleonora D'Angiò con i gruppi di rievocazione storica " Eleonora D'Angiò" , "Rione Stella Aragona ", e Nocte Tempore".

Catania - Nell’auditorium della scuola Pizzigoni , la presidente dell’archeoclub di Catania, Giusi Liuzzo,  ha aperto l’anno sociale 2016-2017 del sodalizio culturale con una  rappresentazione storica sulla  permanenza al casale di Malpasso, oggi Belpasso, della regina Eleonora D’Angiò , moglie di Federico III re di Sicilia e sull’altarino a lei dedicato  “Cisterna Regina “  a cura della presidente dell’archeoclub  Area paesi dell’Etna:Belpasso,  Maria Rosa Vitaliti, e dei gruppi di rievocazione storica, “ gruppo  Eleonora D’Angiò, musici Rione Stella Aragona e Nocte Tempore.

storia di un recupero a cura dell’archeologa Serena Raffiotta

Belpasso -Archeoclub –Il presidente dell’Archeoclub d’Italia, Area Paesi dell’Etna, consigliere nazionale ed Ispettore onorario  per la tutela dei BB.CC.AA del territorio di Belpasso, Maria Rosa Vitaliti, nei locali del museo multimediale “ Fondazione  Carri di Santa Lucia Mechanè , ha aperto l’anno socile 2016-2017 con  l’archeologa , Serena Raffiotta che supportata da diaporama ha spiegato al numeroso pubblico presente “il ritorno del Dio Greco degli inferi a Morgantina”.
“ Con una rogatoria internazionale avviata nel 2014 dalla Procura della Repubblica di Enna, a parlare è l’archeologa Serena Raffiotta, supportata eccellentemente dalla collaborazione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale – Nucleo di Palermo oltre che dalla disponibilità del Consolato Italiano a Los Angeles e dei vertici del J.P. Getty Museum di Los Angeles, si è finalmente conclusa con il rientro dagli USA il 29 Gennaio 2016 la vicenda della testa di Ade, prezioso reperto archeologico di epoca greca di cui finalmente è possibile ricostruire passo dopo passo la travagliata storia dalla scoperta al rimpatrio.

"il ritorno del Dio greco degli inferi Ade a Morgantina"


Archeoclub – Nell’ambito degli incontri culturali , la presidente dell’archeoclub di Catania , prof.ssa Giusi Liuzzo , nell’auditorium  della scuola Pizzigoni ha presentato , insieme alla prof.ssa Dora Marchese, ed al presidente  dell’area paesi dell’Etna,Belpasso, Paternò  Adrano, Maria Rosa Vitaliti, l’archeologa , Serena Raffiotta che supportata da diaporama ha spiegato al numeroso pubblico presente “il ritorno del Dio Greco degli inferi <Ade> a Morgantina”.

l'Archeoclub Area paesi dell'Etna ha presentato ad Adrano " Il Caravaggio in Sicilia, il percorso smarrito" relatore lo studioso Alvise Spadaro.

Nell’ambito del mese  della Cultura, V edizione, primavera delle Arti e delle scienze a cura del Comune di Adrano , la presidente Maria Rosa Vitaliti dell’archeoclub D’Italia Area paesi dell’Etna  che comprende i comuni di Belpasso, Adrano e Paternò, associazione  per la salvaguardia, tutela e valorizzazione dei beni culturali del proprio territorio,  ha accettato l’invito del prof.re Matteo Bua, delegato dal sindaco per queste manifestazioni, di partecipare  a questa Kermesse della Cultura adranita con due conferenze : una svoltasi a palazzo San Domenico  con i saggisti –storici, Enrico Caltagirone  e Claudio D’Angelo, ed a palazzo Bianchi sala De Andrè  con lo scrittore, storico, ricercatore e studioso del Caravaggio , architetto Alvise Spadaro, con la conferenza “Il Caravaggio in Sicilia, il percorso perduto”.

grazie all'ausilio delle proiezioni di immagini a cura del dott.geologo Filippo Musarra.

BELPASSO - Nell’ambito degli appuntamenti per la conoscenza, la tutela e la salvaguardia del territorio, la presidente dell’archeoclub di Belpasso e consigliere nazionale, Maria Rosa Vitaliti, grazie alla disponibilità della preside della scuola media statale N. Martoglio di Belpasso, prof.ssa Anna Spampinato, nell’aula  conferenze dell’istituto, in collaborazione con il Cai Belpasso, si è svolta la conferenza-dibattito sul tema “ Alla scoperta della cave di Ghiara” a cura del dott.geologo Filippo Musarra che, ha iniziato la descrizione delle cave, con l’ausilio delle proiezioni di immagini, citando inizialmente la novella del Verga “Rosso Malpelo, che narra di un ragazzo abituato a lavorare in una cava di rena rossa (ghiara), ubicata tra Monserrato e la Carvana, quartieri di Catania. La presentazione si è articolata attraverso l’illustrazione dei fenomeni geologici che hanno portano alla formazione dello strato di ghiara al di sotto di ogni colata lavica.

Turismo/Ospitalità

BELPASSO

PROMO - weekend

Itinerari Turistici

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Vengono utilizzati cookie tecnici e di terze parti . E' possibile conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.